L’energia è il motore del mondo così come lo conosciamo. Il settore energetico sta alla base della società contemporanea. Offre spunti di riflessione sul rapporto tra l’essere umano e la natura. Allo stesso tempo si tratta di un ambito in cui la spinta all’innovazione assume un’importanza fondamentale nel perseguire l’obiettivo di tutelare l’ambiente e la salute dei cittadini. I Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto si inseriscono nell’ampio universo delle nuove tecnologie che possono giocare un ruolo chiave per aumentare i livelli di sicurezza degli impianti.

I dispositivi SAPR sono comunemente denominati droni. Iniziano a diventare una realtà conosciuta, non solo per gli impieghi militari, ma anche per l’uso che se ne fa sempre più di frequente in ambito commerciale. Il settore oil e gas in quest’ottica diventa uno dei territori strategici in cui trarre il massimo dal servizio delle ispezioni aeree con drone.

Gli impianti per l’estrazione del petrolio e del gas naturale sono strutture complesse che possono essere collocate sulla terra ferma o in mare. L’intrinseca natura di queste installazioni è correlata a un certo grado di rischio per l’ambiente e per la salute delle persone. Lo sfruttamento energetico dei combustibili fossili determina la produzione di emissioni inquinanti. All’esternalità negativa dell’inquinamento va aggiunta la possibilità sempre presente di incidenti durante l’estrazione del petrolio o del gas naturale.

Negli ultimi decenni si sono avuti diversi esempi negativi di malfunzionamenti che sono sfociati in vere e proprie tragedie. L’uso di una tecnologia avanzata come quella dei dispositivi SAPR costituisce un importante tassello per costruire un sistema di sicurezza che prevenga l’eventualità di esplosioni e incendi. Infatti, l’ispezione di gasdotti e oleodotti può essere effettuata attraverso un drone per riprese in HD, equipaggiato con gli opportuni strumenti di misurazione.

 

Sommario

Droni e settore oil e gas: ispezione di gasdotti e oleodotti

Un drone per riprese fotografiche e video professionali

L’ispezione degli oleodotti con drone

L’ispezione dei gasdotti con drone

Che cos’è la termografia e perché è utile?

Uno strumento utile per la termografia: il drone

Termografia di gasdotti e oleodotti

Quali droni vengono utilizzati per l’ispezione di gasdotti e oleodotti?

Egm96: un’azienda di riferimento per l’ispezione e la termografia di gasdotti e oleodotti

 

Un drone per riprese fotografiche e video professionali

I sistemi SAPR vengono incontro alla prima e più banale esigenza di controllo degli impianti di estrazione del petrolio e del gas naturale: quella di vedere cosa accade nei diversi anfratti della struttura, cioè il bisogno di valutare la situazione dei vari componenti dell’apparato industriale. I droni possono essere facilmente equipaggiati con telecamere HD e Ultra HD in 4K, cioè con una risoluzione di circa 4000 pixel in orizzontale.

Attraverso un drone per riprese fotografiche e video professionali è possibile rilevare facilmente le zone dell’impianto petrolifero in cui si manifesta usura. In questo modo vengono valutati il rischio di incidenti e la necessità di procedere a manutenzione e interventi per ripristinare l’integrità della struttura. Le riprese video possono essere monitorate in tempo reale. Infatti, la telecamera è collegata a un computer su cui un tecnico controlla le immagini che vengono acquisite.

L’uso di un drone per riprese fotografiche e video professionali è vantaggioso perché riduce i costi a diversi livelli. In primo luogo, un drone per riprese HD ha un costo molto inferiore rispetto a quello di controlli che vengano effettuati attraverso un aeromobile tradizionale con pilota a bordo. In secondo luogo, l’uso di un drone per riprese fotografiche e video professionali permette di mantenere i lavoratori sempre in condizioni di massima sicurezza.

Grazie a un drone per riprese in HD non è più necessario che i lavoratori si avvicinino a strutture dell’impianto potenzialmente pericolose. Viene evitata anche l’applicazione di tecniche per issarsi e calarsi che possono per se stesse comportare pericoli per l’incolumità delle persone.

 

L’ispezione degli oleodotti con drone

L’oleodotto è una struttura fondamentale che si associa agli impianti per l’estrazione di petrolio. Infatti, si tratta di un tipo di conduttura del tutto particolare. È un tubo speciale progettato per il trasporto di idrocarburi allo stato liquido dai pozzi o dai depositi di stoccaggio. Il greggio estratto o prelevato dai serbatoi di stoccaggio viene così spostato fino ai porti o alle raffinerie.

Sono parte degli oleodotti anche le stazioni di pompaggio e di controllo. I percorsi seguiti dalle tubazioni possono essere di lunghezza considerevole. Uno dei problemi nella progettazione di queste strutture è rappresentato proprio dalla decisione dei luoghi da attraversare con le condotte. I tubi sono di acciaio liscio e hanno un diametro che varia dai 30 ai 140 centimetri. Gli oleodotti si estendono anche per 50 o 100 km. Sono considerati un mezzo di trasporto di superficie degli idrocarburi più economico rispetto alla rete ferroviaria.

Data la lunghezza considerevole, l’ispezione degli oleodotti con drone risulta vantaggiosa in termini di costi e di tempi. Infatti, in un’ora un drone può percorrere 50 o 60 chilometri. L’uso di un dispositivo SAPR è più economico ed ecologico rispetto ai controlli tradizionali anche perché il drone presenta un motore elettrico. Di conseguenza non è necessario l’acquisto di carburante. L’ispezione degli oleodotti con drone può essere diretta e controllata da un solo operatore, che lavora da remoto in condizioni di sicurezza.

I movimenti del drone e le immagini e i dati che vengono acquisiti sono controllati da remoto da un pilota certificato dall’ENAC, l’Ente Nazionale dell’Aviazione Civile. Grazie al risparmio in termini di tempo e di denaro dovuto all’uso di un drone per riprese in HD è possibile effettuare un maggior numero di controlli e quindi garantire un livello di sicurezza maggiore.

 

L’ispezione dei gasdotti con drone

L’ispezione dei gasdotti con drone è un’ulteriore possibilità che viene offerta dalle nuove tecnologie alle aziende del settore energetico. Gli impianti sono costituiti da tubi speciali, pensati per il trasporto di gas naturale oppure artificiale dal luogo di estrazione a quello di consumo. Il gasdotto è composto sia dal complesso apparato di tubature che da un sistema di stazioni di pompaggio e di controllo.

Nella maggior parte dei casi le tubature dei gasdotti trasportano gas naturale. Vengono poste in superficie quando il terreno è troppo duro per essere scavato. Spesso sono interrate a circa un metro di profondità. Il diametro dei tubi che costituiscono il gasdotto varia tra i 50 e i 1400 millimetri.

ispezioni droni oil e gas

L’ispezione dei gasdotti con drone può essere effettuata con appositi sensori per rilevare eventuali fughe di gas. La fuoriuscita accidentale di gas determina il rischio di esplosioni e incendi che minacciano l’integrità degli oggetti e l’incolumità delle persone.

Anche nel caso in cui le tubature del gasdotto siano interrate i droni possono svolgere un’attività utile per i controlli di sicurezza. Infatti, i sistemi SAPR sono facilmente integrabili con sensori adatti a individuare la presenza di sostanze potenzialmente pericolose nel terreno.

 

Che cos’è la termografia e perché è utile?

Nell’ispezione di oleodotti e gasdotti è utile effettuare delle misure che informano sulla situazione dell’impianto. Informazioni importanti sono ottenute attraverso sensori particolari, adatti a effettuare tutte le procedure proprie della termografia. Per procedere nella disamina delle possibili applicazioni dei dispositivi SAPR nel settore energetico, occorre definire che cos’è la termografia.

La termografia è una tecnica di acquisizione di dati sulla temperatura assoluta e sulle differenze di temperatura tra punti di oggetti e strutture. Attraverso la procedura termografica vengono rilevate radiazioni dell’infrarosso nello spettro elettromagnetico. La misura dell’intensità dell’irraggiamento permette di determinare la temperatura dei corpi.

La termografia può essere effettuata attraverso telerilevamento oppure a contatto. Nel caso dell’ispezione di oleodotti e gasdotti le misurazioni sono acquisite nella prima modalità, attraverso telerilevamento. Infatti, per controllare gli impianti che estraggono petrolio e gas, e le strutture che li trasportano alle raffinerie o ai luoghi di consumo, è necessario prendere in considerazione aree molto vaste, come nel caso delle verifiche fate nell’edilizia.

 

Uno strumento utile per la termografia: il drone

Le nuove tecnologie vengono in soccorso della necessità di fare misurazioni attraverso la tecnica della termografia. Infatti, uno strumento utile per la termografia è proprio il drone. I dispositivi SAPR possono essere facilmente integrati con sensori adatti a rilevare le onde elettromagnetiche che appartengono allo spettro dell’infrarosso. Con i droni le misurazioni sono effettuate in telerilevamento, quindi senza la necessità di un contatto tra lo strumento di misurazione e gli oggetti su cui vengono effettuate le misure.

La proprietà dei corpi che sta alla base dell’acquisizione dei dati è la capacità di irradiare energia termica. Con la rilevazione dell’irraggiamento vengono individuate le temperature assolute e le differenze di temperatura tra i corpi. Nel settore energetico questi dati si rivelano estremamente utili per le verifiche di sicurezza. Infatti, in questo modo è possibile stabilire se ci sono perdite di gas o petrolio e se c’è un rischio imminente di esplosione o di incendio.

 

Termografia di gasdotti e oleodotti

La termografia di gasdotti e oleodotti è un’operazione di importanza strategica per la sicurezza degli impianti del settore energetico. La misurazione dell’irraggiamento dei corpi può essere effettuata attraverso dispositivi SAPR opportunamente equipaggiati. Infatti, un drone per riprese in HD viene facilmente integrato con una termocamera, lo strumento fondamentale per eseguire la termografia.

La termocamera viene anche denominata “telecamera termografica”, un’espressione che rende esplicita la sua funzione. Si definisce termocamera una particolare tipologia di telecamera sensibile alla radiazione infrarossa. Uno strumento del genere è in grado di acquisire immagini o riprese termografiche, che danno quindi informazioni sulla temperatura dei corpi. La radiazione rilevata permette di elaborare delle mappe di temperatura delle superfici esposte alla misurazione.

I dati sulle temperature delle superfici di gasdotti e oleodotti sono essenziali per stabilire se vi sia o meno la fuoriuscita di gas oppure di idrocarburi allo stato liquido. La valutazione di questi elementi indica la presenza più o meno incombente del rischio di incendio o di esplosione.

Le termocamere possono essere radiometriche oppure non radiometriche. Le prime sono utilizzate per effettuare la termografia di gasdotti e oleodotti. Le termocamere radiometriche sono caratterizzate dalla capacità di misurare la temperatura assoluta in ciascun punto di un corpo. Al contrario, quelle non radiometriche informano solo della differenza di temperatura, cioè forniscono immagini termiche che indicano dove la temperatura varia, ma non il suo valore assoluto.

Le termocamere radiometriche mettono a disposizione immagini termiche realizzate sulla base di una matrice con un determinato numero di pixel per un determinato numero di righe. L’elettronica della telecamera termografica associa a ogni pixel un valore di energia. In questo modo viene creata un’immagine degli oggetti osservati, in bianco e nero, oppure in falsi colori.

 

Quali droni vengono utilizzati per l’ispezione di gasdotti e oleodotti?

I dispositivi SAPR possono avere dimensioni molto diverse. Nel settore militare vengono utilizzati droni miniaturizzati oppure aeromobili a pilotaggio remoto che sono paragonabili a veri e proprio veicoli con pilota. In ambito commerciale i droni hanno generalmente un diametro superiore ai 60 cm e possono portare un carico di 5 – 6 kg.

Nello specifico EGM96 utilizza i seguenti modelli di dispositivi SAPR:

  • Matrice M100
  • Phantom 4 Pro
  • Matrice M210

 

Egm96: un’azienda di riferimento per l’ispezione e la termografia di gasdotti e oleodotti

EGM96 è un’azienda specializzata nei servizi con drone per imprese. Tra le attività svolte dai piloti certificati ENAC di EGM96 ci sono riprese video e riprese fotografiche, misurazioni di ogni tipo per fare verifiche sulla sicurezza di impianti, edifici e strutture industriali. EGM96 si trova in provincia di Milano, ma i suoi tecnici lavorano su tutto il territorio nazionale.

Il settore energetico è uno degli ambiti in cui i servizi con drone per imprese sono più apprezzati. Infatti, i dispositivi SAPR rappresentano una tecnologia innovativa che permette di prevenire incidenti e non impiegare i lavoratori per attività di controllo potenzialmente pericolose.

Per avere tutte le informazioni sull’attività di EGM96 nell’ambito delle ispezioni di oleodotti e gasdotti cliccare qui.

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi