I Sistemi Aerei a Pilotaggio Remoto (SAPR) rappresentano una vera e propria rivoluzione per una pluralità di settori. Da diversi anni, infatti, le tecnologie che hanno portato alla nascita dei droni hanno sviluppato dispositivi sempre più avanzati e specifici, per incontrare una serie di richieste ed esigenze provenienti da una molteplicità di ambiti.

Tra questi, il settore dell’archeologia e dei beni culturali è tra quelli che più ne ha beneficiato. Attività come la fotogrammetria con drone e la termografia con drone, oltre alla possibilità di effettuare il rilievo 3D da una foto e i vari modelli di drone per riprese fotografiche e video hanno realmente contribuito a fare la differenza.

In quest’articolo vogliamo dunque approfondire l’importanza del drone per fotogrammetria, termografia e rilievo 3D nei beni culturali, evidenziando il valore aggiunto di tali strumenti innovativi. Se dunque lavorate nel campo dell’archeologia e dei beni culturali, non potrete più fare a meno di integrare al vostro lavoro il supporto aereo di un SAPR, pilotato da professionisti del campo.

EGM96 è una realtà di Milano attiva su tutto il territorio nazionale e si occupa da anni di offrire i migliori servizi a mezzo drone: per fotogrammetria, riprese fotografiche e video, ispezioni aeree, termografia, videoispezioni con drone e molto altro.

Drone per riprese fotografiche e video in archeologia

Nell’evoluzione dei dispositivi a pilotaggio remoto, le riprese aeree fotografiche e video sono state una tra le possibilità più apprezzate e sfruttate in vari campi.

L’archeologia e i beni culturali, naturalmente, sono state tra i protagonisti di questa attività che ha portato a valorizzare il patrimonio presente nel nostro territorio. Grazie ai droni, infatti, è possibile realizzare riprese fotografiche e video in alta definizione – parliamo non solo di foto e video in HD, ma anche e soprattutto in Ultra HD, quindi del più alto livello di risoluzione oggi conosciuto.

Per quanto riguarda i video a scopo di monitoraggio, in particolare, è indispensabile che la risoluzione sia ottimale, motivo per cui il SAPR costituisce lo strumento ideale.

Fotogrammetria con drone e rilievo 3D nei beni culturali

Nata per far fronte a necessità in campo puramente architettonico, la fotogrammetria con drone e il rilievo 3D nei beni culturali hanno rappresentato una trasformazione radicale rispetto alle tecniche precedentemente utilizzate.

Grazie alla precisione centimetrica delle immagini acquisite durante le riprese fotogrammetriche, i risultati nel campo dell’architettura e dei beni culturali sono stati dunque significativi. Oltretutto, i SAPR si presentano come un mezzo molto più pratico, economico e rispettoso per l’ambiente rispetto ad aerei ed elicotteri.

A seguito della fotogrammetria con drone, il rilievo 3D dalle foto acquisite permette di procedere alla modellazione tridimensionale dei siti all’interno dei quali si trovano i monumenti d’interesse storico-archeologico, sviluppando ogni punto sulla base delle coordinate acquisite (Est, Nord e Quota).

Funzioni principali della fotogrammetria per beni culturali e del rilievo 3D da foto in archeologia:

  • Ripresa in volo e ricostruzione topografica durante gli scavi
  • Individuazione di resti interrati non percepibili da terra
  • Visione d’insieme del sito archeologico e di quanto riportato alla luce
  • Modellazione di monumenti, manufatti ed altri reperti in 3D

Step fondamentali: pianificazione del lavoro – controllo del sito di partenza tramite precedenti mappature; sorvolo della zona con il SAPR; rilievo 3D dei beni culturali d’interesse.

Termografia e videoispezioni con drone nei siti archeologici

Per riportare alla luce eventuali resti nascosti sotto al terreno, impossibili da individuare in altro modo, è possibile sfruttare le innovative tecniche di termografia con drone.

Si tratta di riprese effettuate sfruttando l’infrarosso, con termocamere in grado di rilevare le differenze termiche, l’umidità presente nel sottosuolo e la copertura vegetale, individuando in tal modo la presenza dei resti (registrando i dati di spettro completo e quelli relativi alla temperatura per ogni pixel di immagine).

Anche le videoispezioni con drone nel campo dell’archeologia e dei beni culturali sono importanti, in quanto permettono di verificare lo stato dei manufatti ed intervenire prontamente, in caso di bisogno, riducendo notevolmente le tempistiche.

EGM96: servizi di fotogrammetria e termografia con drone in tutta Italia

Nel campo del restauro, ad esempio, la prima e fondamentale necessità è quella di riprodurre fedelmente ogni dettaglio. Spesso, tuttavia, fregi e ornamenti dei monumenti si trovano ad un’altezza piuttosto difficile da raggiungere, se non con l’ausilio di mezzi come ponteggi e gru, dispendiosi e che implicano una certa dose di rischio per l’uomo.

Per far fronte a tutti questi problemi in modo pratico ed economico, è possibile rivolgersi ad EGM96. I piloti professionisti del team di EGM96, rigorosamente riconosciuti dall’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile), si occuperanno infatti di svolgere le attività di fotogrammetria e termografia con drone, delle riprese fotografiche e del successivo rilievo 3D fa foto, fornendovi la soluzione definitiva.

Per saperne di più o per richiedere un preventivo senza impegno, potrete telefonare o contattarci direttamente qui, compilando il nostro form. In tempi brevi vi forniremo ogni risposta.

Scegli anche tu il meglio della tecnologia ad un prezzo eccezionale. Scegli EGM96, per un lavoro professionale e preciso al 100%, su tutto il territorio nazionale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi