Il drone o SAPR (Sistema Aeromobile a Pilotaggio Remoto) è un dispositivo all’avanguardia sempre più utilizzato nel campo della fotogrammetria aerea. Questo velivolo altamente tecnologico consente infatti di ottenere immagini contraddistinte da una precisione centimetrica straordinaria.

La fotogrammetria aerea con drone viene attualmente usata nei settori più svariati: dai rilievi architettonici a quelli geologici, passando per i rilievi archeologici e quelli topografici.

In questo articolo conosceremo da vicino l’estrema accuratezza garantita dai rilievi aerofotogrammetrici con drone. Scopriremo quindi anche i motivi per cui questi velivoli hanno ormai sostituito aerei ed elicotteri, considerati fino ad alcuni anni fa gli strumenti top nella fotogrammetria aerea.

Cos’è la fotogrammetria

La fotogrammetria è una tecnica di rilievo che permette di identificare la posizione nello spazio fisico di tutti i punti dell’oggetto d’interesse su immagini fotografiche.

La fotogrammetria si basa su una tecnica ispirata alla visione umana, ovvero la cosiddetta visione stereoscopica che consente di restituire il senso di profondità. Vengono realizzate due prospettive centrali dello stesso elemento da due punti di vista diversi che, incrociati, restituiscono l’esatta posizione spaziale dell’oggetto in esame.

Fino ad alcuni anni fa i rilievi venivano realizzati da aerei o elicotteri privati equipaggiati con adeguate attrezzature e con operatori in possesso delle dovute abilitazioni professionali.

L’avvento dei droni e la contemporanea diffusione dei modelli 3D ha reso l’intero processo estremamente rapido e preciso, grazie alle strumentazioni di cui questi piccoli velivoli sono accessoriati.

Fotogrammetria con drone: come avviene

La fotogrammetria con drone può essere considerata una vera e propria tecnica di fotografia digitale elaborabile attraverso software professionali. Questi programmi sono capaci di rilevare punti in comune tra tutte le immagini acquisite per mezzo delle riprese aeree con drone. I punti sono inizialmente identificati in 2D e successivamente trasformati in 3D, dopo averne determinato le coordinate e i parametri, dando luogo a varie tipologie di output. Elenchiamo di seguito alcuni tra i  formati di esportazione principali.

Nuvole di punti

Rappresentano il formato più comune fornito dai software di elaborazione. In ambito di fotogrammetria con drone, le nuvole di punti si presentano come una moltitudine di punti collocati nello spazio 3D. Sono utilizzate per le misure di precisione e permettono di creare modelli 3D esportabili in formato CAD e GIS. In diversi casi, risulta più vantaggioso in termini di costi e di tempi preferire le nuvole di punti rispetto ad altri tipi di elaborazioni perché rendono possibile:

  • Misurare le distanze tra punti;
  • Effettuare confronti tra modelli.

Ortofoto

Questo output permette di ottenere fotografie che non presentano nessuna deformazione di tipo prospettico. Si tratta di rappresentazioni georeferenziate e totalmente corrette dal punto di vista geometrico, che risultano particolarmente utili nella mappatura del territorio. Per realizzare una ortofoto si scattano numerose immagini sequenziali dell’area da riprodurre, cercando di mantenere un’elevata sovrapposizione tra due fotogrammi vicini. Il software di elaborazione mette successivamente insieme le varie immagini, creando una fotografia ortorettificata, in cui scompaiono gli errori legati all’inclinazione della macchina fotografica, alla posizione del punto di ripresa e ai dislivelli dello spazio rilevato.

DSM e DTM

DSM e DTM sono acronimi che identificano diversi modelli di elevazione, ovvero rappresentazioni della distribuzione delle quote di un territorio o di un’altra superficie, in formato digitale. Nello specifico:

  • DSM sta per Digital Surface Model (Modello Digitale della Superficie). Il modello presenta la superficie topografica ricavata, completa di ogni suo elemento naturale o antropico;
  • DTM sta per Digital Terrain Model (Modello Digitale del Terreno). Il modello permette di individuare esclusivamente la superficie topografica, eliminando la vegetazione e quelle che sono le strutture, come gli edifici.

L’accuratezza della fotogrammetria con drone

Sono diversi i risvolti che rendono i droni i dispositivi tecnici ideali per svolgere rilievi aerofotogrammetrici:

  • Con i SAPR è possibile valutare forma e dimensioni dell’oggetto preso in esame o dell’area indagata, ottenendo ortofoto precise;
  • Gli strumenti presenti sui droni, per primi i GPS, danno la possibilità di acquisire le coordinate dei punti di appoggio ricavando, a partire da questi, i punti di dettaglio che completano il quadro del rilievo. La precisione sulla posizione di un punto individuato con il GPS è centimetrica;
  • I piccoli velivoli permettono di identificare caratteristiche del territorio o dell’oggetto indagato difficili da percepire diversamente;
  • La modellazione tridimensionale realizzabile attraverso i software di elaborazione restituisce un risultato in cui ciascun punto è descritto dalle tre coordinate Est, Nord e Quota.

Fotogrammetria con drone: ulteriori vantaggi

Oltre alla precisione, la fotogrammetria con drone offre ulteriori importanti vantaggi. Tra questi ricordiamo:

  • L’accessibilità spaziale. Con i droni si possono svolgere rilievi in luoghi altrimenti inaccessibili o difficilmente avvicinabili da aerei o elicotteri, come terreni impervi, pendii montani e aree particolarmente trafficate;
  • La rapidità. Le tempistiche necessarie per realizzare operazioni di fotogrammetria tramite drone sono sensibilmente inferiori rispetto alle soluzioni tradizionali;
  • Il risparmio. La fotogrammetria aerea con drone è un processo che comporta costi inferiori rispetto all’uso di aerei ed elicotteri. Il rapporto qualità-prezzo è eccellente se si considerano i risultati elevati che si ottengono.

Tutti questi vantaggi, uniti all’estrema accuratezza della tecnica, rendono l’uso dei   SAPR la soluzione top nel campo della fotogrammetria.

Rilievi topografici con drone: i prezzi

Per ricevere informazioni o un preventivo per interventi di fotogrammetria aerea con drone potete rivolgervi a EGM96. La nostra azienda ha sede a Milano ma è operativa in tutto il territorio nazionale.

EGM96 è una realtà all’avanguardia nei rilievi topografici con drone e in generale nella videoispezione che prevede l’uso di SAPR.

I nostri rilievi topografici con drone e in generale tutti i nostri servizi con droni prevedono prezzi vantaggiosi e sono in grado di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza. Contattateci senza alcun impegno.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi