Il tema delle grandi opere è al centro del dibattito pubblico. Si tratta di un argomento che polarizza l’attenzione di politici, dirigenti della pubblica amministrazione e semplici cittadini che vedono le loro vite influenzate dal progresso o dall’arresto dei lavori per realizzarle.

Ma cosa sono nello specifico le grandi opere? Ne diamo qui sotto una definizione sintetica.

Le grandi opere sono costruzioni di interesse pubblico, che vengono utilizzate dalla collettività dei cittadini. Realizzate da enti pubblici, sono strategiche per il buon funzionamento di un paese. Si tratta di autostrade, strade, stazioni, linee ferroviarie, porti, viadotti, ponti e tutte quelle infrastrutture che sono supporti fondamentali per le attività della popolazione.

Le ispezioni nei cantieri edili sono una prassi fondamentale per garantire efficienza e sicurezza sia durante i lavori di costruzione, sia per il monitoraggio delle condizioni delle strutture. In questo ambito, uno strumento utile è rappresentato dai dispositivi SAPR, sistemi aeromobili a pilotaggio remoto, i piccoli “insetti” artificiali, comunemente detti “droni”.

L’ispezione di ponti e viadotti con un drone per riprese in HD

L’ispezione di ponti e viadotti può essere effettuata attraverso l’uso di un drone per riprese in HD, con l’ausilio di tecniche quali la termografia e la fotogrammetria. Grazie alle telecamere ad alta risoluzione che possono essere montate sui piccoli quadricotteri si ottengono immagini estremamente nitide e precise, anche di parti delle strutture inaccessibili con altri strumenti.

In Lombardia si stima che siano 272 le infrastrutture che hanno bisogno di continui controlli e attenta manutenzione. I droni per riprese HD, termografia e fotogrammetria rappresentano una risorsa utile per rendere più economiche le verifiche di sicurezza e ottimizzare i tempi di intervento.

Il lavoro degli operatori certificati che pilotano da remoto i droni deve essere coordinato con ingegneri e specialisti che hanno il compito di supervisionare le attività e controllare i risultati.

Un drone per riprese termografiche per le grandi opere

Nell’ispezione di ponti e viadotti effettuata con metodi tradizionali, cioè con l’impiego di personale specializzato che si issa sulle strutture per fare controlli, c’è il rischio di non riuscire a valutare un eventuale indebolimento dell’armatura di acciaio ricoperta di calcestruzzo. Infatti, a causa delle possibili infiltrazioni d’acqua e delle continue sollecitazioni meccaniche, anche le robuste intelaiature metalliche che sostengono ponti e viadotti vanno incontro a usura.

Più il tempo passa, più il processo di degenerazione delle strutture avanza e il diametro delle barre dell’armatura diminuisce con seri rischi per la stabilità della costruzione. Un drone per riprese termografiche costituisce un valido ausilio per far fronte a questo problema. Infatti, il quadricottero pilotato da terra viene equipaggiato con un’apposita termocamera per l’edilizia, un dispositivo dotato di sensori che rilevano lo spettro delle radiazioni infrarosse.

Ogni oggetto emette infrarossi perché ogni oggetto è a una determinata temperatura nell’ambiente. Così grazia alla termocamera per l’edilizia è possibile ottenere immagini termiche che danno informazioni sullo stato di salute delle strutture.

Fotogrammetria 3D per monitorare lo stato di avanzamento dei lavori

I droni vengono utilizzati con successo anche per monitorare lo stato di avanzamento dei lavori per le grandi opere. Infatti, opportunamente equipaggiati, i dispositivi SAPR possono eseguire tutti i rilievi necessari per la tecnica della fotogrammetria 3D. Il drone per riprese HD acquisisce delle immagini che vengono trasformate in ortofoto, cioè rappresentazioni in scala, del tutto simili a vere e proprie mappe.

Grazie alla tecnica della fotogrammetria 3D e all’impiego di droni per riprese HD, di ogni oggetto vengono registrati i dati metrici, quindi la sua forma e la sua posizione. Il risultato finale consiste in un modello tridimensionale che permette di avere una panoramica dei lavori in corso.

I vantaggi dell’uso di un drone nelle ispezioni di ponti e viadotti e altre grandi opere

I vantaggi di un drone per riprese HD, termografia e fotogrammetria 3D sono numerosi, in termini di sicurezza, di tempi e di costi. Infatti, grazie alla tecnologia alla base dei dispositivi SAPR è possibile effettuare ispezioni nei cantieri e su ponti e viadotti senza mettere a rischio l’incolumità dei lavoratori. I droni raggiungono ogni angolo della struttura da controllare, mentre i tecnici restano al sicuro e controllano a distanza il dispositivo.

I droni permettono di ridurre i tempi delle verifiche di sicurezza e conseguentemente di abbattere i costi. Non deve essere sostenuto il costo del carburante perché i dispositivi SAPR presentano motori elettrici.

EGM96: ispezioni di ponti e viadotti e nei cantieri edili

EGM96 rappresenta i vostri occhi, la vostra cura, il vostro impegno nel verificare le condizioni di sicurezza delle infrastrutture e lo stato di avanzamento dei cantieri delle grandi opere. Infatti, grazie alla versatilità dei piccoli quadricotteri è possibile raggiungere ogni punto d’osservazione per effettuare ispezioni nei cantieri e su ponti e viadotti.

La nostra sede si trova a Trezzano sul Naviglio, in provincia di Milano. Ma siamo pronti a raggiungerti ovunque ti trovi sul territorio nazionale. I nostri servizi vanno dal campo delle ispezioni per la sicurezza di impianti, infrastrutture ed edifici fino alla realizzazione di video con drone per riprese in HD.

Se hai la necessità di effettuare ispezioni nei cantieri, su ponti e viadotti e infrastrutture di diverso tipo, contattaci.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi